TED HUGHES

 

ROVI

L’aria intensa, il giorno intero
vortica dei richiami delle taccole. La stirpe neonata
delle taccole è iniziata
alla taccolità – quella complicata
corte di convenzioni

e precedenze, di sciovinismo e leggi.
Corte che è quasi una prigione – con sbarre
di gridi e di segnali. Carcerieri
sono tutte le altre taccole. Aprendomi una via
tra i grovigli dei rovi

ho pensato di nuovo: mi sentono?
I rovi sono un tale successo, le loro difese
così elaborate,
la loro estensione così internazionale, sono svegli?
Certo un nimbo di dolore e di piacere

siede sulla loro nuda corona,
la loro offerta sessuale. Certo non sono solo insensibili,
un vano andare a tentoni. E poi perché no?
Non è lo stesso per le cellule del mio sangue?
Le mie cellule cerebrali forse temono o sentono

il bisturi o l’incidente?
Anch’esse incoronano una pianta
di straordinaria insensibilità. E le taccole
si danno segretamente da fare per essere taccole
come se fossero semi nella terra.

L’intera claque è un’ottenebrata religione
intorno alla sintassi e al vocabolario divini
di una muta cellula, che non sa chi siamo
e neppure che siamo qui,
inimminenti come un qualsiasi fiore di rovo.

PENSIERO – VOLPE

Immagino la foresta in questo momento di mezzanotte.
C‘è qualcos’atro di vivo
Oltre la solitudine dell’orologio
E questa pagina bianca sulla quale scorrono le mie dita.

Non vedo stelle dalla finestra:
Qualcosa di più vicino
Benché più profondo nel buio
Sta invadendo la solitudine:

Freddo, delicato come la scura neve,
Un naso di volpe sfiora un ramo, una foglia;
Due occhi servono un movimento, che ora
E ancora ora, e ora, e ora

Lascia nitide orme sulla neve
Tra gli alberi e cauta avanza
Tra ceppi e in cavità la claudicante ombra
Di un corpo tanto audace da attraversare

Radure, un occhio,
Un verde che si dilata e sprofonda,
Brillante, assorto,
Persegue i propri fini

Finché, con improvviso acuto dolore caldo di volpe
Entra nel buco nero del cranio.
La finestra priva di stelle; l’orologio ticchetta,
La pagina è scritta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...