Saggio sulla stanchezza di Peter Handke

…Quanto temibile, per esempio, era il tipo di stanchezza che poteva ingenerarsi insieme ad una donna. No,questa stanchezza non si ingenerava, si verificava come processo fisico; come scissione. E non colpiva mai soltanto me, ma sempre al contempo anche la donna, quasi che, al pari di un brusco cambiamento del tempo, venisse fuori,dall’atmosfera, dallo spazio. Giusto si giaceva o si stava o sedeva in due, così, naturalmente e da un momento ll’altro ci si ritrovava divisi. Un momento del genere era sempre di spavento, a volte addirittura di terrore, come in una caduta…Ma non serviva a niente, i due già precipitavano,inarrestabilmente, da parti opposte, ciascuno nella sua personale stanchezza, non la nostra, ma la mia qui e la tua là. Puà darsi che in questo caso la stanchezza fosse solo un altro nome per l’insensibilità o l’estraneità, ma per l’oppressione che gravava sull’ambiente era la parola adeguata alla cosa…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...