Elizabeth Barrett Browing Sonetti dal Portoghese

XIV

E se mi devi amare per null’altro sia
che per amore. Non dire “L’amo per il suo
sorriso, il suo sguardo,  il modo
gentile di parlare, per le idee
che alle mie s’ accordano e che un giorno
mi resero sereno”. Queste cose,
mio Amato, possono in sé mutare o per te mutare.
Così fatto un amore può disfarsi.
E ancora non amarmi per la pietà che
le mie guance asciuga. Il pianto
può scordare chi lungamente ebbe
il tuo conforto, e perdere, così, l’ amor tuo.
Ma amami solo per amore dell’amore,
che cresca in te, in un’eternità d’amore!

 XXXI

Vieni! senza parlare tutto è detto.

Come i bambini al sole, a mezzogiorno,

siedo al tuo sguardo, e tremano le anime

tra le felici palpebre, per l’inespressa,

intima, prodiga gioia. Vedi, nel dubbio

errai. E non rimpiango la colpa, ma

l’occasione che ci privò, anche per un

istante, della reciproca, benefica

presenza. Ah, tienimi vicino, proteggimi

tu, o amorevole colomba. E alle mie paure,

se tornassero, opponi sereno il forte cuore:

nella tua divina sicurezza trovino il nido

i miei pensieri, che, senza te vacillano

come implumi smarritisi nei cieli.

” Sonetti dal portoghese” a cura di Bruna dell’Agnese, I poeti di Amadeus, 1991

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...