La giovane appassionata recensione di Gloria Albanese Eliseo

1209214_10201722797142792_1909192333_n

Recensione a cura di Gloria Albanese Eliseo

Ti rendi conto di star leggendo un libro di cui vorresti ricordare ogni parola, quando chiuse le pagine ti sembra di esser tornata da un viaggio in cui sei stata qualcun altro, a stento ricordi il tuo nome e senti addosso la presenza del protagonista.

Quando le storie sono sette allora tutto diventa più complicato e avvincente.

I ricordi si confondono con le parole lette, e la tua vita trova inevitabilmente dei sinonimi nelle storie visualizzate nella mente come scene vissute.

Ho vissuto il ritorno di Leo neGli incendi del tempo e ho combattuto come il soldatino blu davanti a Fort Apache aspettando i rinforzi.

Ho cercato la piastrella giusta per i mosaici delle piscine insieme con Nicola in Capo lavoro, attraverso le sue parole ho rivissuto i ricordi della bella moglie, ho sentito sul mio tempo che passava il peso del lavoro, la ricerca della bellezza “Il brutto nega la felicità. Nega il sorriso. Ci fa sentire, ma forse accade solo a chi ha sensibilità, come piccoli topi in gabbia”.

Ho viaggiato fino a Point du Raz in Océan per creare i miei cerchi e sentirmi avvolta dalle mani esperte del dottor Job de Saint Loup. Ho sofferto per una storia d’amore stretta, soffocante, angosciante attraverso Sabina. “Esiste un’invidia sottile come un capello che vive inestirpabile nel cuore delle persone. È un sentimento umano e comprensibile, proprio per questo, meno si dice meglio è”.

Ho visto i paesaggi di Licosa in Il violino di Sena. Ho avvertito il profumo della colazione appena preparata, mi sono scontrata con gli sguardi di Sena e suo marito. Le loro lacrime per l’abbandono forzato di Sarajevo mi hanno bagnato le gote. “Sena prova il suo violino. Sena suona. Sono segni smozzicati, sono graffi sulle pareti”.

È il racconto che mi ha emozionata di più Gli infiniti possibili di Mimma e la sua vita. Parla di Avellino quale città ricca, viva, attiva, piena di speranza “Sotto di noi Avellino luccicava, come una ragazza di campagna che asciuga i capelli all’aria”. È una storia di ricordi “Penso che i ricordi restino sempre un po’ troppo scoperti, anche se crediamo di averli nascosti nel migliore dei modi”. Descrive una città con le sue cinque librerie e giovani curiosi di un mondo non molto lontano da loro. La musica unisce delle vite che inevitabilmente si dividono. Saverio con il suo sorriso, le sue movenze, il suo affannarsi per portare il nuovo in una città del Sud, ricorda tanti giovani di oggi che scelgono di tornare nelle proprie terre e cercare di far conoscere il resto del mondo a chi è rimasto immobile.

Sogno di sabbia apre come una ferita la storia di Amin, costretto a lasciare la sua terra, la sua sabbia, il suo mare per vendere oggetti inutili su una spiaggia, sotto il sole. Il racconto specchio di una realtà a cui siamo tristemente abituati e, di cui non chiediamo più spiegazioni, purtroppo.

Tutto il suo è un titolo che racchiude un mondo, quello di Menina, in cui i temi toccati in una semplice racconto sono tanti: le badanti in Italia, la condizione del lavoro femminile, la libertà negata della donna in alcune parte d’Italia, il non poter vivere un amore tra cuori dello stesso sesso, la vecchiaia, la voglia di giustizia.

La scrittura di Emilia Bersabea Cirillo in Gli incendi del tempo (et al. edizioni) è limpida, netta come l’aria di inizio settembre in Irpinia, è dura, possente come le montagne che circondano Avellino, ma è forte, carica come le radici degli alberi che affondano nella terra dei lupi. La lettura scorrevole e riflessiva ricorda i tanti fiumi che con le prime piogge si gonfiano e corrono là verso la foce. È una corsa, è un viaggio quello che si compie leggendo i sette racconti di Emilia, sono le vite di persone che vi sembrerà di conoscere e di cui vorrete sapere di più.

http://www.readmi.it

gloria albanese eliseo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...