Uno scatto per l’Irpinia.

Uno scatto in Irpinia

Terra di un Italia del Sud, un’Italia contadina impoverita dall’emigrazione, scossa dai terremoti, terra interna di argilla e pietra, di santuari e riti paganai, di castelli e rocche, avviluppata in un isolamento che è scacco per ogni progresso,  per l’Irpinia l’estate é stagione di risveglio. Decisa ad uscire dai suoi confini, questa terra si offre allo sguardo del turista di passaggio, seduce con itinerari, con giostre medievali, con offerte di cibi e vini genuini. In una parola, invita ad essere vista, visitata.

Un manifesto di futuri incerti, di voce che acquista il tono dell’eco, che rimbomba nelle valli, rotola fino al fiume, si arrampica per i pendii delle montagne. L’estate é tempo propizio a questa terra che si percorre accecati dai riflessi d’oro della argilla secca, stupiti dal silenzio e dal vento, attraverso superstrade modernissime, e interpoderali testimoni della transumanza.

Continua a leggere

Annunci